25-01-2016 LA CANAPA SATIVA, SOGNO O REALTA’?

  • 25 gennaio 2016

LA CANNABIS SATIVA

Oggi parliamo della Canapa Sativa. La canapa utile è una specie del genere Cannabis. È coltivata soprattutto per uso tessile o anche edile, e per la produzione di carta, benché in essa siano presenti alcune sostanze stupefacenti, in percentuali variabili secondo la varietà.
L’altezza delle piante è variabile e arriva fino a 5 metri, con escrescenze resinose, angolate, a volte cave, specialmente al di sopra del primo paio di foglie; foglie basali opposte, le più alte alternate, palmate, raramente singole, lanceolate, punte acuminate fino a 10 cm di lunghezza, 1,5 cm di grandezza; fiori monoici o dioici; frutti marroni, achene brillante, trattengono strettamente i semi con un endosperma carnoso e un embrione curvo.
La cananbis sativa generalmente si trova in climi caldi e la stagione in cui può crescere è lunga e fruttifera. Molte varietà di base dei nostri incroci provengono dai luoghi di coltivazione più famosi sulla terra: Tailandia, India, Messico e Colombia. La caratteristica principale che distingue la cannabis sativa dalla indica è la struttura e l’altezza della pianta, oltre al tempo impiegato per raggiungere la loro maturità in una coltivazione al chiuso. Le varietà pure della sativa impiegano più tempo per completare la fioritura, ma alla fine premiano i coltivatori con effetti più forti, quelli che cercano i consumatori esperti. Una delle più famose è la leggendaria Haze, che impiega 12 settimane per essere pronta per il raccolto, ma chi la coltiva avrà una produzione fantastica. Le nostre varietà di sativa sono ideali per l’aperto o per il chiuso e hanno effetti terapeutici grazie alle sue qualità edificanti. È una delle prime ad essere stata coltivata e viene utilizzata per una moltitudine di usi. Le nostre cannabis sativa sono conosciute per i loro effetti euforici e che colpiscono il cervello, sono l’ideale per chi fuma quotidianamente per scopi terapeutici perché fornisce sollievo e offre la possibilità di completare le responsabilità della vita di tutti i giorni.
Gli usi della canapa sativa sono molteplici.
La canapa fornisce da millenni un’ottima fibra tessile. Le fibre, tuttora largamente utilizzate dagli idraulici come guarnizione, sono state importanti grezzi per la produzione di tessili e corde. Per centinaia di anni, fino alla seconda metà del Novecento sono state la materia prima per la produzione di carta. La coltura della canapa per usi tessili ha una antica tradizione in Italia, veniva usata fin dall’antichità per tessuti resistenti e cordame.
Per gli usi farmacologici è infatti utilizzata nel trattamento del glaucoma e in America viene prescritta sotto controlli medici. Viene impiegata anche come analgesico.
Sostanze psicotrope come l’hashish o la marijuana possono essere ricavate sia dalla Cannabis indica sia dalla Cannabis sativa, sia da varietà ibride in varie proporzioni di queste due specie. L’hashish può essere ricavato in vari modi dalle infiorescenze delle piante femmina, mentre la marijuana sono le infiorescenze stesse essiccate.
Keep in touch!